Dissing Fantastici e dove trovarli

Che i dissing non si facciano sulle Instagram stories è un dato di fatto, questo non è un dissing ma una serie di vendette personali servite su piatti di rime.

Ripercorriamo le varie fasi di questa contesa che ha rappresentato un caso nel panorama musicale del nostro Paese.

Il rapporto tra Fabri Fibra e Vacca si configura inizialmente non solo come un'amicizia, ma anche come una collaborazione artistica: dopo la pubblicazione nel 2006 dell'album "Tradimento" di Fabri Fibra, quest'ultimo chiede al rapper sardo di accompagnarlo in tour e di partecipare ad alcuni suoi video. Dopo l'iniziale sodalizio, però, Vacca si ritira dal tour e i due iniziano progressivamente ad allontanarsi.

 

Il silenzio viene rotto negli anni nel corso di alcune interviste: Vacca esclude Fibra dalla "top 10" dei migliori rapper italiani – da lui stilata per "LoSpettacolo" – mentre l'artista marchigiano confessa a "Rolling Stone" di essere "più amico che fan" di Vacca.

Il confronto si sposta sul piano musicale nel 2013, quando Vacca pubblica "Canto primo".

 

l5 marzo 2013 esce il video di "Canto Primo" di Vacca. Il brano contiene la frase "Qualcuno si chiede perché l'italiano balla male, / l'italiano balla male le canzoni che fanno cagare".

La risposta di Fibra giunge dopo quasi un anno e compare nel singolo del producer Deleterio “Zombie”, uscito il 4 marzo 2014.

 

È con “Il Diavolo Non Esiste” del 7 marzo che il dissing diviene ufficialmente tale e inizia ad attirare l'attenzione del pubblico e dei media: nel brano, pubblicato con un lyric video, Vacca si rivolge per la prima volta direttamente all'avversario, con una serie incessante di critiche e accuse indirizzate tanto alla sua attività quanto alla sfera personale.

 

"Niente Di Personale" esce su YouTube il 24 marzo e si dimostra subito uno dei punti più alti della contesa. Il brano – della durata di oltre 11 minuti – presenta un continuo susseguirsi di diversi beat di Shablo, sui quali Fibra riversa un lungo flusso di coscienza, che alterna momenti di alta scrittura a raffiche di insulti semplici ed efficaci. Il risultato è un pezzo vario e sorprendente, che si assicura fin da subito un posto tra i capolavori dell'hip hop italiano.

 

Nel 2017 Vacca è tornato a parlare della vicenda su "Hip Hop Tv", spiegando che per lui "era proprio una roba personale che non si poteva risolvere".

Questa è una delle vicende storiche, una di quelle che devono essere tramandate. Perché nel loro spirito, dissing come questo, incarnano quello che l'hip-hop significa per ogni appassionato. 

 

-Davide Perrucci

Scrivi commento

Commenti: 0

R100 "Scegli il tuo ritmo"

Radio Cento® è una web radio amatoriale. Per qualsiasi informazione o chiarimenti CONTATTACI