· 

PLAYLIST: L’INIZIO DELLA FINE DI SALMO?

L’ALBUM PIÙ CHIACCHIERATO DEL 2018, NONOSTANTE L’ENORME SUCCESSO, HA DIVISO IL PUBBLICO ED HA RICEVUTO MOLTE CRITICHE NEGATIVE ANCHE DAI PIU’ AFFEZIONATI FAN DELL’ARTISTA

L’album di Salmo, nel 2018, era senza dubbio uno dei più attesi, se non il più atteso. Il rapper di Olbia ha fatto uscire Playlist nel novembre 2018 ed aveva dato un assaggio di quello che sarebbe stato il suo lavoro facendo uscire il singolo “90min”, tre mesi prima. Ma tutto ciò che avvenne prima della pubblicazione, diede a Salmo l’appellativo di “Genio del marketing”, viste le incredibili promo sfruttate per la sua ultima fatica. Inizialmente si vestì da senzatetto e cantò alcune canzoni in piazza Duomo, poi arrivò addirittura la promo su Pornhub, dove una mamma scopre il figlio che si masturba mentre ascolta Playlist e infine la pubblicazione del video della canzone con Coez su Netflix. Tutto questo ha creato sicuramente tanta attesa, ma una volta uscito l’album, nonostante i grandi numeri, ci furono molte critiche a Salmo, accusato di aver prodotto un lavoro scarso e banale. Senza dubbio il titolo “Playlist” non è casuale, difatti le canzoni non sembrano aver alcun nesso logico fra loro, il che fa ricordare proprio una playlist. Le critiche furono rivolte soprattutto alla canzone “Il cielo nella stanza” con Nstasia, i fan di Salmo non erano molto abituati a questo tipo di canzoni, difatti nonostante l’odio per questo singolo da parte dei grandi fan, la canzone ebbe molto successo mediatico, grazie ai numerosi ascolti delle giovani ragazzine.

Fu molto criticata anche la collaborazione con Sfera, in quanto in passato Salmo aveva criticato lui e il mondo della trap, ma Maurizio Pisciottu, si giustificò dicendo che aveva fatto dell’ironia, che era stata fraintesa e che dunque la collaborazione con Sfera era una sorta di segno di pace; inutile dire che “Cabriolet” fece primo posto sin da subito. L’immancabile collaborazione con Nitro, stavolta è un po’ una delusione, difatti “Dispovery Channel” è una delle canzone che spiccano meno. Grandi hit con “Perdonami” e “Ho paura di uscire” (Di quest’ultima uscirà anche la parte 2 nel Machete Mixtape Vol. 4), “Lunedì” è probabilmente il pezzo più sentito dell’album, mentre la traccia che ha ricevuto più critiche positive è “Stai zitto” con Fabri Fibra, dove entrambi gli artisti si sono superati creando una canzone disumana. L’album è mutiplatino, ma nonostante ciò, come già detto in precedenza, ha ricevuto molte critiche negative, anche dai colleghi, in particolar modo da Luchè che ha accusato Salmo di vantarsi troppo dei suoi numeri, che secondo lui non fanno la qualità. Comunque la pensiate, Salmo è davvero un genio del marketing, in quanto da due anni a questa parte, questo album è ancora molto chiacchierato.

 

 

-Mauro Cafasso 

Scrivi commento

Commenti: 0

R100 "Scegli il tuo ritmo"

Radio Cento® è una web radio amatoriale. Per qualsiasi informazione o chiarimenti CONTATTACI